Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguici tramite mail

Per alcune aree tematiche cliccare sulle immagini.

tag foto 1 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8 tag foto 9 tag foto 10 tag foto 10

martedì 11 agosto 2015

Il sogno di Romena. Incontro con don Luigi Verdi.


Riflessioni di Rossana Rolando.

Un incontro... 
(Romena, figura dell'abbraccio)

Tempore famis si legge nell’abaco del primo capitello a sinistra,
accanto alla data in caratteri romani, MCLII, 1152.
Tempore famis cioè tempo di fame, di carestia.
In un momento di grave disagio,
la popolazione offriva al divino
tutto il meglio della propria creatività
per far cessare le tribolazioni.
La crisi diventava così strumento di riscatto,
di valorizzazione delle proprie potenzialità”
(dal sito della fratermità di Romena.).
La pieve di San Pietro a Romena, 
Pratovecchio, Toscana
Arriviamo a Romena. E’ la prima volta. Una mattina di agosto. Il sole inonda l’abside della pieve preceduto dal bagliore dei girasoli. Entriamo. Musica appena sussurrata, bellezza spoglia ed essenziale del romanico...

Interno della pieve 
(immagine tratta dalla pagina facebook 
della Fraternità di Romena Onlus)
Fuori un gruppo scout, come i tanti incrociati nei giorni estivi della nostra vacanza. Intorno spazi armonici: stanze per la lettura, la preghiera, l’ascolto.

Dentro la pieve 
(immagine tratta dalla pagina facebook 
della Fraternità di Romena Onlus)
Non sappiamo niente di Romena. Scoperta per caso. Nella libreria della Fraternità Maria Luisa presenta il luogo e l’esperienza. Cita don Luigi Verdi, il fondatore. Veniamo a sapere che incontrerà il gruppo scout tra poco. Ci aggreghiamo.
Sono le undici. Arriva don Luigi, Gigi, come lo chiamano qui, jeans e maglietta, sigaro, aria dimessa e libera insieme. Si avvicina, bacio sulle guance, come se ci fossimo già visti. Subito calore intenso, gioia.

Don Luigi Verdi 
(immagine tratta dalla pagina facebook 
della Fraternità di Romena Onlus)
Nella pieve. Ci mettiamo intorno. Silenzio. Gigi introduce con alcune note, poi si siede sugli scalini accanto all’icona. Inizia a parlare.
Circa un’ora. Capiamo dall’inizio che stiamo vivendo un incontro. Parole che fluiscono. Linguaggio colorito, freccia che raggiunge e penetra. Si rivolge ai giovani, dice di loro, degli adulti, di sé. Ci sentiamo afferrati. Parla di noi. Comunica. Tocca corde profonde. Sentimenti nascosti. Ferite antiche. Sentiamo lacrime calde scivolare. Commozione nei giovani volti vicino a noi. Ritorna la musica e il silenzio.

Spazi della Comunità 
(immagine tratta dal blog di Romena  
Prendi il largo)
Pensiamo.  Rimuginiamo le cose ascoltate: … essere soli, muti nel dolore, paralizzati dalla paura, incapaci di far fatica …; la notte e la crisi trasformate in luce e forza …; le mani di Gigi tante volte operate e divenute la sua parte migliore …; Isacco, la costola di Adamo, la lotta con Dio, gli idoli …; Nietzsche, De André, Van Gogh …; il mandorlo, il padre, il sogno di Romena…; e tanti efficacissimi rincoglionito, bischerata, va a cagare…
 
Altare della pieve 
(immagine tratta dalla pagina facebook 
della Fraternità di Romena Onlus)
Ce ne andiamo e torniamo nel tardo pomeriggio. Gigi è seduto con suoi amici. Scambiamo qualche parola. Ridiamo. Sincerità sferzante, senza veli. Aspettiamo la lode della sera. Piccola comunità di laici in preghiera. Nessuna regola. Libertà. E’ la Romena dei giorni feriali. Ci sentiamo accolti dentro. Francesca inserisce C’è tempo di Ivano Fossati. Chi vuole esprime il suo pensiero e la sua preghiera. Io provo a dire il senso del nostro ringraziamento.
Ce ne riandiamo. Sappiamo che non ci dimenticheremo. Torneremo.

Immagine tratta dal sito 
della Fraternità di Romena.
Si consiglia di mettere in pausa la musica del blog prima di avviare il video.

                       


1 commento:

  1. UN Grande GRAZIE..
    Leggendo il post sono tornato ai Bei momenti vissuti nella splendida settimana di ferragosto, nella Fraternita a Romena.
    Noi siamo arrivati a Romena la mattina del 12 Agosto
    Buona strada e buona vita.
    Giuliano & Isa
    Ti ho ribloggato...
    http://leggiamolabibbia.blogspot.it/2015/08/il-sogno-di-romena.html
    https://leggiamolabibbia.wordpress.com/

    RispondiElimina